Nell’ultimo libro Fabbrica Futuro (EGEA) di Bentivogli e Pirone vengono descritti i cambiamenti della cultura industriale e del lavoro che investono anche l’Abruzzo e la Val di Sangro

Torna a News

Nell’ultimo libro Fabbrica Futuro (EGEA) di Bentivogli e Pirone vengono descritti i cambiamenti della cultura industriale e del lavoro che investono anche l’Abruzzo e la Val di Sangro

Con il webinar di LUNEDÌ 11 MAGGIO 2020 con ospiti Marco BENTIVOGLI (Segretario nazionale dei metalmeccanici della CISL) e Diodato PIRONE (Giornalista economico de Il Messaggero), l’Associaizione RATI inaugura un programma ricco di incontri con personaggi di alto profilo per approfondire tematiche legate ai tempi che stiamo vivendo. Questo primo incontro approfondirà i temi dei cambiamenti del lavoro in epoca di pandemia guardando anche le opportunità che si sono prodotte e che in verità già erano in atto.

Lo spunto sarà offerto dal libro “FABBRICA FUTURO” (Egea), dove attraverso un’indagine territoriale, seguendo l’evoluzione industriale degli ultimi anni del mondo FIAT-FCA in Italia, si affrontano i forti cambiamenti tecnologici e di governance che riguardano il lavoro in fabbrica oggi. Tali cambiamenti sono ancora più attuali ed impattanti se si pensa alla presente emergenza dove la sicurezza delle persone e i loro comportamenti sono al primo posto della riorganizzazione aziendale per evitare il rischio di contagio.

Un capitolo del libro è anche dedicato al sistema industriale abruzzese e alla Val di Sangro che viene annoverato tra i grandi distretti industriali italiani, cosa troppo spesso ignorata da chi ci abita e ci lavora, e dove, grazie all’impegno di lungimiranti ed innovativi giovani manager, si stanno sperimentando nuove vie di collaborazione tra grandi e medie imprese e territorio.

Ne è un esempio, ben descritto, il rapporto istituitosi tra l’Istituto Tecnico Superiore Sistema Meccanica di Lanciano (Ch) ed il sistema produttivo locale dell’automotive. L’ITS è riuscito in pochi anni a guadagnarsi la fiducia di grandi aziende, come SEVEL e HONDA, ma anche di medie, per rimanere nella filiera automotive citiamo DENSO, IMM, TIBERINA, ISRINGHAUSEN, TAUMAT, TYCO, SELMEC, TECNOMATIC  etc., per portare i giovani che si vogliono specializzare in meccatronica direttamente in azienda attraverso percorsi di formazione disegnati su misura per il mondo del lavoro.

Questa apertura della fabbrica al territorio è frutto di un cambiamento epocale della cultura industriale del nostro Paese che troppo poco viene raccontato e di cui si ha poca consapevolezza specie a livello locale.

Diretta su:

https://www.youtube.com/watch?v=6oJ0GXzesFk&feature=youtu.be

Condividi questo post

Torna a News

Accedendo al sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi