Intervista alla Prof.ssa Cinzia De Amicis

Torna a News

Intervista alla Prof.ssa Cinzia De Amicis

L’intervista alla Prof.ssa De Amicis, socia dell’ISIPM@ (Istituto Italiano di Project Management)

Qual è il suo ruolo nell’istituto? Svolge altre attività lavorative al di fuori dell’ISIPM?

Sono socia dell’Istituto Italiano di Project management (ISIPM®) da oltre 10 anni e vi collaboro come volontaria per la promozione e diffusione della disciplina del Project Management in Italia.

Attualmente sono membro del Consiglio Direttivo di ISIPM® nonché docente accreditato livello Senior per l’erogazione di percorsi didattici e di divulgazione scientifica che siano propedeutici all’acquisizione della certificazione ISIPM Base® e Qualificazione ISIPM AV®.

Sono Dottore commercialista, Revisore legale, Project manager professionista ai sensi della legge 04/2013 e della normativa vigente (vv. PM UNI 11648)

Quanto conta la certificazione ISIPM@-Base nel mondo del lavoro?

Spesso il valore di una certificazione, oltre ad essere misurato esclusivamente dal punto di vista culturale e scientifico, viene evidenziato dalla capacità di penetrazione nel mercato sia a valenza nazionale e/o internazionale. Per quanto concerne i riferimenti di divulgazione scientifica, il syllabus e il “tessuto” culturale inerente al programma didattico propedeutico al conseguimento della certificazione sono perfettamente integrati/allineati alle linee guida

UNI ISO 21500, linee guida che rappresentano l’adozione nazionale della ISO 21500. Ciò consente di acquisire conoscenze e abilità che rappresentano uno standard “de facto” ampiamente riconosciuto in Italia e all’Estero, e ampiamente adottabile da qualsiasi organizzazione (pubblica, privata o comunitaria). Per quanto riguarda l’appeal nel mondo del lavoro, basti riflettere su qualche dato: in circa 13 anni sono state rilasciati oltre 14.500 attestati di certificazione (circa 1.100 annui) e ciò ha fatto sì che tale certificazione diventasse la più diffusa in Italia sia tra le certificazioni basiche sia a livello generale.

Questo risultato ha permesso di far salire alla ribalta l’intero sistema divulgativo promosso dall’Istituto Italiano di Project Management e già da qualche anno in molti bandi di gara pubblici così come in ricerche promosse da aziende private viene richiesto tra i requisiti il possesso di almeno una certificazione di PM riconosciuta tra cui la stessa ISIPM-Base.

Che ruolo permette di ricoprire questa certificazione?

La certificazione ISIPM Base® attesta le conoscenze generali e di base di project management; è stata ideata da ISIPM® sia per coloro che vogliono iniziare un percorso professionale che può avere come obiettivo finale il riconoscimento del ruolo di Project manager professionista, sia per tutti coloro che si trovano ad operare a vario titolo in contesti progettuali.

Secondo lei quanta importanza ha per gli studenti degli ITS frequentare questo corso?

È una grande opportunità che l’ITS offre ai propri studenti in quanto la certificazione ISIPM Base® può da un lato arricchire il loro curriculum e dall’altro contribuire a preparare e formare i futuri tecnici con alta specializzazione tecnologica per favorire il loro inserimento nel mondo del lavoro.

Consiglia di proseguire in questo percorso formativo e prendere le certificazioni più avanzate?

Indubbiamente sì. La domanda di cultura di project management è cresciuta nel tempo sino ad esplodere in una professione riconosciuta ai sensi della L.4/2013. Inoltre, per le organizzazioni pubbliche e private è cresciuto sempre più il bisogno di avvalersi di project manager competenti per la gestione di programmi e progetti che rappresentano lo strumento per realizzare le innovazioni (elemento indispensabile per migliorare i prodotti e servizi delle organizzazioni o anche soltanto poter continuare ad essere presenti nei mercati di riferimento).

Consiglio ai giovani studenti ITS di acquisire anche le abilità di pm attraverso lo step formativo di livello avanzato per poi maturare la necessaria esperienza in gestione progetti come arricchimento personale nonché professionale.

Condividi questo post

Torna a News

Accedendo al sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi