Schneider Electric: intervista a Gianfranco Mereu

Torna a News

Schneider Electric: intervista a Gianfranco Mereu

Schneider Electric, come affrontare lo sviluppo sostenibile con lausilio delle nuove tecnologie?

La Schneider Electric è riuscita a rispondere pienamente a questa domanda in occasione del corso “Accademia efficienza energetica integrata in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione” tenutasi dal 17 al 21 maggio a cui noi studenti dell’ITS abbiamo partecipato attivamente.

Schneider Electric è un gruppo industriale francese nato durante la prima rivoluzione industriale e quindi con oltre 180 anni di tradizione e innovazione. Il gruppo industriale ha varie sedi sparse in tutto il mondo e quella italiana è situata a Stezzano in provincia di Bergamo. L’azienda produce e propone idee per prodotti relativi alla gestione elettrica, sistemi automatici e soluzioni finalizzate all’ecologia ed alla sostenibilità energetica. La Schneider Electric è stata riconosciuta come l’azienda più Eco green al mondo. L’obiettivo di Schneider è consentire a tutti di sfruttare al massimo le proprie risorse ed energie, in poche parole efficacia ed efficienza energetica e di risorse, favorendo il progresso e la sostenibilità per chiunque. La filosofia di Schneider è “Life Is On”. Noi studenti, dell’ITS Sistema Meccanica indirizzo meccatronica di Lanciano, abbiamo avuto l’opportunità e il privilegio di partecipare al corso di formazione tenutosi online con argomento “Accademia Digitale Integrata Efficienza Energetica”, percorso formativo che l’azienda francese offre da alcuni anni ai ragazzi che frequentano gli Istituti Tecnici Superiori di tutta Italia.

Le attività svolte durante il percorso formativo che abbiamo seguito sono rivolte alla conoscenza di vari concetti, ma anche di laboratori e progetti pratici da curare singolarmente o in gruppo. Concetti di base sulle varie tecnologie che Schneider implementa e concetti finanziari. Building automation legati alla progettualità con annessi esempi pratici/case studies volti a conoscere il mercato dell’efficienza e della sostenibilità energetica e inoltre quali sono i professionisti del settore e come usano e gestiscono le tecnologie messe a disposizione loro dalla Schneider Electric.Lavori di gruppo, uno tra i quali volto a creare un’idea innovativa sostenibile, realizzabile praticamente e finanziariamente con i prodotti innovativi messi a punto dalla Schneider avendo sempre accortezza nei riguardi della filosofia aziendale. Esprimersi come ‘‘un professionista del settore’’ avendo cura di tenere sempre in considerazione il bagaglio di informazioni acquisite durante il percorso formativo.

La formazione svolta online è stata egregiamente intervallata da attività interattive attraverso la piattaforma quiz Kahoot e non, a dimostrazione del fatto che il gioco è spesso la strada migliore per apprendere.

Noi studenti dell’ITS abbiamo scelto di Intervistare Gianfranco Mereu “Responsabile delle Relazioni con le scuole e l’Università” di Schneider Electric per conoscere il pensiero di un esperto nel settore della formazione che ci farà un’introduzione sulla carriera e sulle “accademie formative” della Schneider.

 Perchè la Schneider Electric ha scelto di investire nella formazione dei giovani?

“Lavoro in Schneider da 32 anni, ho un passato da formatore tecnico. Arrivo in Schneider con un’esperienza da formatore. Ho iniziato in questa azienda come formatore in automazione industriale, facendo corsi dedicati alla clientela, agli operatori ed ai docenti. Ci siamo resi conto di quanto fosse necessario avvicinare scuole ed aziende. Così abbiamo deciso, come azienda, di creare una sorta di educazione tecnica a 360 gradi.

In pratica, implementare attraverso delle attività, lo sviluppo delle competenze di docenti e futuri professionisti attraverso vari mezzi, mettendo a disposizione di chi volesse apprendere vari strumenti come: sperimentazioni pratiche di simulazione del mondo del lavoro per far capire a chi volesse entrare nel settore cosa si sarebbe trovato di fronte. Da 25 anni mi occupo di questa attività chiamata “Scuola tecnica e Università”.

Oggi siamo circa 5 persone e collaboriamo con 450 scuole nazionali. Negli ultimi anni si è sempre più sviluppata la collaborazione con gli ITS esattamente da circa 10 anni a questa parte. Ora collaboriamo con circa 16 ITS tra indirizzi informatici, meccatronici, energie rinnovabili ed automazione. Siamo partner degli ITS e dedichiamo loro attività prioritarie rispetto ad altre scuole, come percorsi formativi ad hoc, tirocini, stage aziendali, per raggiungere l’obiettivo di un futuro professionale in Schneider o in uno dei nostri partner professionali.

Da quando è nata l’alternanza scuola lavoro nel 2016, la Schneider ha messo in piedi percorsi formativi in presenza presso le nostre sedi, chiamate “Accademie di tre tipi: efficienza energetica, industria 4.0 e progettazione elettrica. Da due anni le “Accademie causa pandemia sono state realizzate online, ma speriamo possano tornare in presenza. Le “Accademie sono strutturate da 5 giorni di full immersion, con moduli elettrotecnici alternati a moduli economici e di sostenibilità e ambiente oltre anche ad altri argomenti. La nostra proposta di collaborazione formativa aziendale all’ITS di Lanciano è stata siglata nel 2021 con una convenzione. Devo dire che l’ITS di Lanciano è stato l’istituto tecnico superiore che ha dato maggior soddisfazione ai nostri docenti, per quanto riguarda la motivazione e la partecipazione studentesca.

 Lei che è un esperto del settore cosa consiglierebbe ad uno studente dell’ITS, che volesse far carriera in Schneider Electric?

La Schneider è tra le prime aziende ad aver scoperto il potenziale degli ITS a livello nazionale e non solo. Difatti la nostra collaborazione con tali istituti è diventata prioritaria già da 10 anni. In più è importantissima la figura professionale che nasce e si sviluppa all’interno degli istituti tecnici specializzati che implementano le competenze trasversali. Esse ci interessano particolarmente, perchè sono polivalenti, possono essere utilizzate in ambito tecnico, progettuale, di service, di promozione e vendita…  In definitiva acquisiscono competenze che li rendono validi per essere utilizzati in diversi settori della nostra azienda e dei nostri partner professionali. Ci siamo rivolti per anni a figure di laureati triennali e magistrali per ricoprire le varie posizioni in azienda, che ora proponiamo anche ai “super diplomati degli ITS che hanno la possibilità di viversi il mondo del lavoro anche durante gli studi e questa è una cosa molto importante. Tutto ciò ci ha permesso di identificare persone molto valide, attuali dipendenti della nostra azienda scoperti proprio cosi, durante le accademie. Addirittura, in alcuni casi, abbiamo anche sostenuto economicamente gli studi di ragazzi molto validi, permettendo loro di laurearsi e successivamente offrendo loro un ruolo nel nostro team qui in Schneider.

Tornando al discorso della polivalenza che facevo prima, uno dei ruoli più importanti nella nostra azienda è, la figura dell’assistente tecnico formata proprio negli ITS. Aiutare i nostri clienti nel momento di scelta di un prodotto, nelle loro difficoltà di utilizzo di un prodotto o nelle difficoltà nel risolvere un problema, sia a distanza che in loco, resta per noi un dovere aziendale essenziale. Abbiamo notato che chi termina il percorso di studi negli ITS ha competenze utilizzabili in ambito commerciale e spiccate attitudini per proporre e promuovere le nostre soluzioni di prodotto e servizio. Addirittura chi esce dall’ITS possiede un mix di competenze, come ad esempio i PAE (Product Automation Enginer) che oltre alle conoscenze commerciali e di vendita offrono oltremodo anche l’assistenza tecnica adeguata. Sono richiesti molto anche studenti con attitudini nelle competenze informatiche, che sappiano gestire la parte software affiancando, ad esempio, i progettisti. Da non escludere tra l’altro, il fatto che tutti i nostri partner e clienti richiedono giustamente del personale già formato o perlomeno che già abbia “masticato Schneider Electric.

Condividi questo post

Torna a News

Accedendo al sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi