Intervista a Roberto Adorante – I.M.M. Hydraulics

Torna a News

Intervista a Roberto Adorante – I.M.M. Hydraulics

– Come implementa e cosa ne pensa IMM dell’industria 4.0?

L’industria 4.0 è un processo che scaturisce dalla quarta rivoluzione industriale e che sta portando alla produzione industriale del tutto automatizzata e interconnessa. La IMM ha compreso da tempo l’importanza dell’innovazione per ottenere un successo duraturo.
Difatti l’azienda appartiene al Polo di Innovazione Automotive d’Abruzzo che è una rete di aziende globalizzate che operano nel comparto dell’automotive e della meccatronica ed ha vinto nel 2018 il Premio per l’Innovazione di Confindustria. La crescita esponenziale dell’azienda ormai da diversi anni, ha stimolato l’innovazione tecnologica e di prodotto. La IMM investe e ha investito su macchinari altamente tecnologici per migliorare le condizioni di lavoro.
Nel futuro tutte le aziende devono formare il personale e non solo nelle competenze tecniche ma nella cultura dell’individuo. Una sfida importante consiste nel diffondere correttamente la cultura dell’innovazione; introdurre una cultura digitale nei processi produttivi. E’, quindi, cruciale un forte investimento in formazione del personale.

– In cosa consiste il suo lavoro nell’azienda?

Sono HR manager e mi occupo delle “persone”.  Gestisco diverse funzioni: dalla ricerca e selezione del personale, alla valutazione delle risorse interne e alla crescita professionale, dalla pianificazione della formazione in seguito alla valutazione del fabbisogno formativo, alle relazioni sindacali, dalla gestione degli ambienti lavorativi, allo sviluppo delle risorse umane, oltre a curare la gestione amministrativa del personale occupandomi di tutta la materia e la normativa del lavoro dalla contrattualistica, alle politiche retributive.

Nel complesso curo il clima aziendale relazionandomi oltre che con i dipendenti anche con le diverse aree funzionali. Il compito è quello di far interagire tutte le funzioni in modo da aver una corretta organizzazione aziendale.

– Che tipo di cultura aziendale è presente in IMM?

All’interno della IMM vi è una cultura aziendale di interazione tra le persone, di miglioramento continuo, di sicurezza negli ambienti di lavoro e di appartenenza.

– Quali requisiti deve avere un giovane studente dell’ITS per lavorare in IMM e cosa consiglia?

I requisiti che deve avere uno studente dell’ITS, oltre alla conoscenza tecnica, sono delle buone soft skills: team work, problem solving, affidabilità, flessibilità, creatività. Consiglio di entrare sempre in punta di piedi all’interno di qualsiasi organizzazione e crescere professionalmente impegnandosi e rispettando il lavoro, la struttura e i collaboratori.

Un altro consiglio che mi sento di dare ai ragazzi che si avvicinano al mondo del lavoro è quello di essere curiosi.

Condividi questo post

Torna a News

Accedendo al sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi